Colombo non basta, l’Under 21 fa 1-1 contro il Giappone

0
24

CASTEL DI SANGRO (ITALPRESS) – L’Under 21 azzurra non va oltre l’1-1 contro i pari età del Giappone nell’amichevole giocata al “Patini” di Castel di Sangro. Più ombre che luci per la squadra di Nicolato che ha trovato davanti a sè un ostacolo arcigno e mai domo, avendo in Colombo forse l’unica vera nota positiva della giornata mentre il centrocampo ha faticato oltre il dovuto, commettendo una quantità eccessiva di errori gratuiti e disimpegni sbagliati.
La prima parte di gara vede un’Italia che fin da subito fatica ad imporsi nel dominio territoriale e a creare pericoli contro un Giappone molto raccolto in 4-2-3-1 che punta tutto sulle ripartenze. Il centrocampo azzurro ha un giropalla lento e prevedibile e gli asiatici controllano senza troppo affanni, almeno fino a 10′ dall’intervallo quando Vignato ha una prima conclusione deviata provvidenzialmente in angolo da Honda. Sono gli ospiti però ad essere i più pericolosi prima del vantaggio dell’Italia, con Hosoya che, servito in area, prova da ottima posizione una sorta di mezzo pallonetto che si spegne a lato. E’ quasi una sveglia per gli azzurrini che trovano l’1-0 grazie ad un sinistro molto bello di Colombo che sorprende Sasaki. Nel finale di frazione Suzuki tenta di destro ma la palla finisce ancora fuori. A inizio ripresa subito due cambi per l’Under 21, con gli ingressi di Cambiaso e soprattutto Parisi, che a sinistra si dimostra molto più volenteroso di un deludente Udogie. L’inserimento dell’esterno dell’Empoli dà subito i suoi frutti ma la rete segnata da Esposito al 47′ viene annullata giustamente per fuorigioco del numero 19 azzurro. Il Giappone risponde 4′ dopo con un’incursione del neo entrato Sato che viene fermata da Caprile, con Scalvini che poi mette in angolo. E’ il preludio del pareggio ospite firmato da Fujio di testa su cross da destra di Hosoya. Fujita poco prima dell’ora di gioco spaventa ancora Caprile. Nicolato, insoddisfatto della prestazione dei suoi e considerato anche l’infortunio di Scalvini, fa entrare Cambiaghi, Bove e Canestrelli. Un colpo di testa di quest’ultimo su cross da destra di Cambiaso prova a scuotere i suoi (73′), ma serve soprattutto un colpo di reni di Sasaki per dire no a Colombo su un inserimento in area e conclusione finale ancora di sinistro dell’attaccante del Lecce (77′). Nella parte conclusiva di gara esordio per Moro e Ruggeri, che si aggiungono a Caprile per i tre debuttanti assoluti di giornata ma il risultato non cambia più.
– foto Image –
(ITALPRESS).