Da lunedì Sicilia in “zona arancione”

0
258

E’ ufficiale, la Sicilia da lunedì 24 gennaio sarà “zona arancione”. A deciderlo il Ministro della Salute Roberto Speranza che, alla luce dei dati del monitoraggio settimanale, ha firmato una nuova ordinanza che prevede il passaggio anche di Abruzzo, Friuli Venezia Giulia e Piemonte in zona arancione.

Ricordiamo che una Regione e/o Comune passa dalla fascia gialla a quella arancione al superamento simultaneo di tre indicatori considerati cruciali per il contenimento della pandemia: tasso di occupazione delle terapie intensive al 20%, tasso di occupazione dei reparti ordinari al 30% e incidenza settimanale dei casi Covid che arriva a 150 positivi ogni 100mila abitanti.

“Ci stiamo avvicinando verso la zona arancione, perché nonostante tutti gli sforzi fatti i reparti di Terapia intensiva sono pieni di persone non vaccinate che ci spingono verso questo colore” aveva affermato il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci puntando il dito sul popolo No Vax siciliano.

Mentre le differenze tra “zona bianca” e “zona gialla” era irrilevanti, nel passare in “zona arancione” ci saranno restrizioni soprattutto nei trasporti e nella vita sociale con ricadute sensibili su quella economica. Per chi possiede il Super Green Pass non cambia nulla.

Per spostarsi al di fuori del proprio Comune di residenza sarà richiesto il Green Pass (anche solo il tampone) e ritornerà la vecchia autocertificazione di motivi di urgenza, salute o lavoro. All’interno del proprio comune di residenza ci si potrà spostare, anche senza Green Pass. Servirà invece il Super Green Pass (vaccinazione) per entrare nei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi.

Sensibili cambiamenti rispetto alla zona gialla invece per la ristorazione, infatti, la consumazione al banco e ai tavoli di bar e ristoranti, sia al chiuso che all’aperto, sarà consentita solo se si ha il Super Green Pass.