Il TeLiMar ospita l’Anzio Waterpolis nel primo turno del girone di ritorno

0
293

Inizia domani, sabato 28 gennaio, per il TeLiMar Palermo il girone di ritorno del Campionato di A1. Dopo le vittorie con Distretti Ecologici Nuoto Roma e Rari Nantes Savona, che hanno permesso al Club dell’Addaura di chiudere la prima parte della stagione al quinto posto a quota 27 punti, è tempo di affrontare l’Anzio Waterpolis. Fischio d’inizio nella vasca scoperta della piscina Olimpica comunale alle ore 15.

Arbitri dell’incontro Marco Piano e Antonio Guarrancino. Tifosi e giornalisti potranno seguire la partita in diretta streaming sulla pagina Facebook TeLiMar pallanuoto.

Un «bilancio positivo» per l’allenatore Gu Baldineti: «Alla vigilia della stagione la squadra è cambiata molto – spiega – e cambiando gli interpreti abbiamo anche cambiato un po’ il nostro modo di giocare. Ovviamente, le continue chiusure dell’impianto comunale hanno pesato e continuano a pesare parecchio. Ma per la Coppa Italia e il Campionato sono comunque soddisfatto di ciò che abbiamo raggiunto. Forse, avremmo potuto fare qualcosa in più in Len Euro Cup. Tra gli infortuni, le continue trasferte, l’impossibilità di organizzare un turno in casa per via dei problemi alla piscina e un secondo turno proibitivo contro tre squadre provenienti dalla Champions, però, siamo stati abbastanza penalizzati».

Iniziare il girone di ritorno è un po’ come iniziare un nuovo campionato, per il tecnico ligure: «Le vittorie e il quinto posto che occupiamo in classifica devono darci fiducia e conforto, ma si riparte ogni volta da zero. Ogni partita è diversa e, secondo me, d’ora in avanti abbiamo una serie di partite in casa, contro Anzio, Posillipo, Roma e Bologna, ad esempio, che ci vedono favoriti sulla carta, ma che ci danno tanta responsabilità. Sono partite difficili, in realtà, in cui l’unico risultato possibile è la vittoria, contro avversari di cui è bene diffidare. Bisogna mantenere alta la concentrazione, perché sono squadre buone, che non sono riuscite ad ottenere finora quanto meriterebbero».

Il team guidato da Tofani, per Baldineti «non sta ottenendo tutto ciò per cui ha lavorato. Dopo l’exploit iniziale, si è un po’ fermato. Ha subito qualche brutta sconfitta, però è una squadra dall’ottimo organico, a cominciare dal bravo portiere, Santini. Anche il mancino, Cuccovillo e i quattro stranieri, tra cui Susak, oltre a Presciutti, sono tutti da tenere d’occhio». Tra un allenamento e l’altro, c’è tempo anche per un po’ di ironia: «La cosa che mi fa ridere in tutto questo – svela – è che quando sono stato contattato dal Presidente Giliberti per venire qua ciò che mi rendeva felice era che avrei potuto trovare lo stesso pubblico caloroso che mi ha accolto da avversario quando allenavo la Bpm Sport Management l’anno precedente. Ero contentissimo all’idea di avere 800 o mille persone in tribuna ad ogni uscita. Da quando sono qui – ricorda –, tra prescrizioni anti-Covid e problemi strutturali della piscina, forse solo per la finale di Len Euro Cup sono stati autorizzati ad assistere circa 500 tifosi», commenta sconsolato.

Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: «Affrontiamo la prima partita del girone di ritorno contro una squadra la cui posizione di classifica non deve ingannare. Il nostro cammino è lunghissimo e per mantenere la zona alta della classifica occorre massima concentrazione, non sottovalutare nessuno, mantenendo i ritmi visti nelle ultime partite. Ancora una volta saremo costretti a giocare in vasca scoperta e senza pubblico. Speriamo almeno in clementi condizioni meteo».

Campionato Nazionale di Serie A1 – quattordicesima giornata – TeLiMar vs Anzio Waterpolis

TeLiMar: 1.Jurisic, 2.Del Basso, 3.Vitale, 4.Di Patti, 5.Giorgetti, 6.Hooper, 7.Giliberti, 8.Pericas, 9.Lo Cascio, 10.Occhione, 11.Lo Dico, 12.Irving, 13.Ricciardello – Allenatore: Marco Gu Baldineti
Anzio WP: 1.Santini, 2.Fratarcangeli, 3.Pelicaric, 4.Susak, 5.Caponero, 6.Goreta, 7.Barberini, 8.Cuccovillo, 9.Lapenna, 10.Bajic, 11.Koprcina, 12.Presciutti D., 13.Antonini – Allenatore: Roberto Tofani
Arbitri: Marco Piano, di Genova, e Antonio Guarracino, di Napoli – Delegato: Giovanni Del Bosco