Look siciliano alla Mostra del cinema di Venezia con l’hair stylist Francesco Cospolici

0
299

Sono in cinquanta e girano in bicicletta per il Lido di Venezia, dove si sta svolgendo l’80ª edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica, pronti a rispondere ad ogni emergenza look che si presenti. Sono gli hair stylist italiani, i migliori secondo Armani, beauty sponsor della manifestazione, e Kérastase, che li hanno selezionati. E tra gli unici cinque siciliani, c’è anche il palermitano Francesco Cospolici, confermato per la seconda volta nel team, sotto la guida di Stella Caristia, consulente tecnico Kérastase. Gli altri sono due concittadini, Eliano Augello e Pietro Sparacio di Terrasini e due colleghi di Catania e Siracusa.

Il look delle star alla Mostra del Cinema di Venezia

«È il festival delle influencer – è il commento a caldo del parrucchiere Francesco Cospolici, inviato di bellezza al Lido -. Rispetto allo scorso anno, sono tantissimi i volti delle star dei social, accanto a quelli delle stelle del cinema, tra cui si sente la grande assenza degli americani, in sciopero per tutelare il proprio lavoro. La bellezza – aggiunge Cospolici la fa sempre da padrona. Non solo le donne sono splendide ma anche i luoghi lasciano a bocca aperta. La laguna, il molo e i grandi alberghi dove noi parrucchieri siamo chiamati a raggiungere le protagoniste e i protagonisti dei red carpet al Palazzo del Cinema e delle presentazioni delle pellicole, per essere complici della loro bellezza. Per loro, quest’anno look classici, chignon bassi, capelli tirati indietro col gel e grande eleganza. Al Lido di Venezia, sono più originali ed estrose le influencer, anche se in tante hanno abbandonato le morbide onde per il liscio piastrato».

I volti siciliani, e non, in laguna

Tra gli incontri più emozionanti, ci sono quelli che sanno di casa: «Il Festival è un luogo dove parlare siciliano ti fa anche più piacere – spiega Francesco Cospolici -. Con Valentino Picone, ci siamo ritrovati anche quest’anno, ed è stato un onore salutare il Mimì Augello del Giovane Montalbano, Alessio Vassallo. Tra gli altri incontri veneziani la madrina del Festival, l’indimenticabile Bond Girl, Caterina Murino e la bellezza senza tempo di Afef, nonché il fascino mediterraneo di Elisabetta Gregoraci e Bianca Guaccero e, tra i miei miti televisivi, Enrico Brignano con la splendida moglie. Anche quando si viene qui per lavoro – sottolinea Francesco Cospolici, non si può fare a meno di ritrovarsi nel ruolo di fan e chiedere almeno un selfie per immortalare il ricordo».