Scuola post-covid. Azzolina: “Porterò psicologi per gli studenti, tamponi e corsi di recupero”

0
126

Nuove proposte dalla Ministra Azzolina e il suo gruppo. In arrivo nelle scuole italiane del post-covid: psicologi, tamponi e corsi di recupero. A portare l’allarme a Roma è l’Ordine dei psicologi che dichiara che 1 bambino su 2 ha bisogno di aiuti psicologici per affrontare il ritorno tra i banchi. Il Ministero dell’Istruzione e la rappresentante grillina contano di inserire nel prossimo Decreto Ristori anche dei fondi indirizzati alla scuola. Nello specifico, sarebbero previsti almeno 250 milioni di euro dedicati a sostenere sostanzialmente tre interventi:

  • corsi di recupero per gli apprendimenti persi a causa di troppa Dad
  • istituire la corsia preferenziale per i tamponi agli studenti e ai docenti citata dall’intesa pre-natalizia con i governatori;
  • incrementare il supporto psicologico ai ragazzi provati dall’emergenza-Covid.

Queste ingenti fondi, spiega Il Sole 24 ore, andrebbero a sommarsi ai primi 5 milioni inseriti nel precedente Decreto Ristori, convertito in legge prima di Natale.

LE PAROLE DELL’AZZOLINA

Così la Ministra Azzolina risponde all’allarme riportato dall’ordine degli psicologi: “Ringrazio il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi per lo studio realizzato. Sono dati che devono farci riflettere e guidare il nostro operato. Uno spaccato di come i nostri ragazzi stanno vivendo questo momento. In questi mesi abbiamo dato alle scuole risorse per promuovere attività di sostegno psicologico per fare fronte a situazioni di insicurezza, stress, ma anche paura e tristezza fra gli studenti e il personale. Porteremo avanti questo tipo di attività, in collaborazione con l’Ordine degli psicologi. Anzi, le rafforzeremo. Non possiamo infatti assolutamente sottovalutare gli aspetti psicologici di questa crisi e che cosa voglia dire, per i nostri giovani, la prolungata mancanza di una socialità sana, come quella che si vive a scuola”.