Studenti in piazza per ritorno a scuola

0
41

Da Nord a Sud sono iniziate oggi le manifestazioni in diverse città di Italia per la riapertura delle scuole.

Gli studenti richiedono il rientro di presenza come priorità del Paese e del Governo.

Iniziative sono in corso davanti al Ministero dell’Istruzione e alle prefetture.

“Non si può tenere aperto tutto, mentre la scuola resta sempre chiusa, da ormai un anno”, dicono gli aderenti al comitato “Priorità alla Scuola”.

Le richieste sono maggiori finanze per avere più spazi, più personale, screening sanitari regolari per la comunità scolastica e per inserire il personale scolastico ad alto rischio nella fase 1 dell’agenda vaccinale.

Altre nuove mobilitazioni sono state pianificate anche per i prossimi giorni.

Anche la Ministra Azzolina si schiera a riguardo.

“Capisco i ragazzi: il diritto all’istruzione è essenziale, sarei anch’io arrabbiata – afferma ancora la Ministra dell’Istruzione – Io ho il dovere di dire loro che il governo ha fatto tutto quello che doveva per il rientro a scuola.

A maggio 2020 i medici mi scrivevano per chiedere di lasciare chiusa la scuola e così è stato, oggi ricevo lettere di tanti medici che mi chiedono di aprire le scuole: vedono le difficoltà dei loro figli. Ieri sera ho ricevuto la lettera di un anestesista”.

ANSA