“Trofeo Perla del Mediterraneo”: grande successo di partecipazione alla prima edizione del torneo

0
296

Grande successo per la prima edizione del “Trofeo Perla del Mediterraneo – Memorial Eusebio Giammusso” che si è concluso lo scorso primo maggio presso la TAV torretta di Caltanissetta.

A vincere il torneo del Gran Prix Perazzi – Baschieri & Pellagri è stato il tiratore mazarese Vincenzo Foderà, tesserato presso la Società Sportiva TAV Marsala, che ha ottenuto il primo posto con una prestazione di altissimo livello con 74 piattelli centrati su 75.

Con la partecipazione di 160 atleti la manifestazione sportiva organizzata dalla ASD TAV Torretta, la società siciliana più rappresentativa, si inserisce a pieno titolo tra gli eventi che potranno richiamare l’attenzione su uno sport che, nonostante sia disciplina olimpica, non gode – soprattutto in Sicilia – del giusto risalto mediatico.

Feel Rouge TV, media partner del torneo, valido come Gara Regionale Tiro a Piattello specialità Fossa Olimpica, ha raccolto le dichiarazioni dell’ideatore del “Trofeo Perla del Mediterraneo” Eligio Maria Proto.

Grande successo di partecipazione per quella che comunque è solo la prima edizione di un torneo?

“Sì, 160 atleti partecipanti costituiscono una sorta di record per una manifestazione sportiva che parte con alcuni handicap non indifferenti. Mi riferisco, ad esempio, al fatto che a livello logistico per un atleta è difficoltoso ed economicamente dispendioso arrivare qui da noi. Il mio obiettivo per la prossima edizione, infatti, sarà quella di portare qui in Sicilia almeno un atleta del Nord”.

Una difficoltà che evidentemente si ha anche a parti invertite.

“Noi siciliani siamo molto svantaggiati in quanto è complicato partecipare, sempre considerando i costi e i tempi di tragitto, alle altre manifestazioni regionali e quindi emergere in questo bellissimo sport diventa due volte complicato per chi nasce in Sicilia”.

Nonostante tutto però possiamo annoverare un siciliano in “nazionale”.

“Secondo me, e senza ombra di dubbio, è il migliore in Italia, parlo ovviamente di Fabio Sollami. Un atleta fortissimo che ha la sfortuna di non appartenere a livello agonistico (e quindi anche economico) alle Forze dell’Ordine. Comunque da semplice e apprezzato imprenditore agricolo qual è, Fabio Sollami è riuscito lo stesso ad imporsi entrando in Nazionale e vincendo medaglie olimpiche”.

Qual è lo stato di salute del Tiro in Sicilia?

“Rispetto alle altre Regioni italiane da noi si nota la divisione in due parti ben distinte (Orientale ed Occidentale) con situazioni completamente diverse. Senza ombra di dubbio la parte orientale della Sicilia si presta meglio allo svolgimento di questo sport soprattutto per la presenza di maggiori strutture e campi. Anche se la maggior parte delle strutture sono di tipo “monocampo” e non sempre qui da noi si ha quello spirito imprenditoriale che potrebbe portare tanti benefici all’indotto. Diciamo che si va solo per praticare il Tiro e/o partecipare alle competizioni e poi si ritorna alla fine tutti a casa. Basterebbe costruire intorno all’idea di sport qualcosa di “imprenditoriale” tipo svago o ristorazione per risollevare un po’ le sorti economiche di quel territorio”.

Ritorniamo al torneo appena concluso…

“Dietro l’evento sportivo ci sta una organizzazione molto complessa e onerosa e per questo desidero ringraziare la Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana e la Regione Siciliana per il contributo. Feel Rouge TV per il supporto media che ci ha permesso di ottenere video ed immagini fatte con un drone che, senza margine di errore, posso dire non sia stato mai utilizzato in competizioni come questa”.

E poi…

“Gli sponsor tecnici Perazzi e Baschieri & Pellagri (nella persona di Gianluca Bussolotto) che sono rimasti molto contenti del successo di questa prima edizione tanto da lasciarsi andare alla promessa di una presenza ancora più significativa già a partire dal prossimo anno. Mauro Perazzi ha portato in dotazione cronografi ed occhiali di altissima qualità, senza dimenticare poi Giuseppe Patorno della Bag Store con i suoi elegantissimi portafogli e borse, e l’Aceto Bonanno sempre in prima fila quando c’è da rendere omaggio alla nostra amata Isola”.