Eminem, il bestseller “Whatever you say i am” di Anthony Bozza torna in libreria

0
399

Pubblicato in Italia per la prima volta nel 2003, “Whatever you say i am” di Anthony Bozza è la biografia definitiva su Marshall Bruce Mathers III, in arte Eminem.

Se da un lato lo ha consacrato come nuovo fenomeno del rap al pubblico italiano, dall’altro ne ha benedetto le gesta ai fan della prima ora nell’era pre social. Il volume, ormai introvabile, torna ora nelle librerie e nei digital store da mercoledì 8 marzo pubblicato da Il Castello marchio Chinaski.

387720 07: Rap star Eminem (Marshall Mathers) stands in Macomb County Court during his sentencing on concealed weapons charges April 10, 2001 in Mount Clemens, MI. Mathers was given two years probation. (Pool Photo by Paul Sancya /Newsmakers)

Eminem, da oltre due decenni è una delle star della musica più grandi e controverse del mondo. Il volume con una nuova veste grafica e una traduzionerivista e aggiornata, è basato su interviste esclusive con i membri della famiglia dell’artista, dichiarazioni di figure chiave nel mondo della musica, sociologi e diverse fotografie inedite, è il primo e unico libro che rivela senza filtri né censure l’uomo dietro il microfono. Tra oltre 200 fonti tra articoli, libri e documenti inediti, Bozza, anche grazie ai numerosi incontri con Eminem, è riuscito a raccontare la vita, i demoni e la sua straordinaria ascesa alla celebrità da una posizione privilegiata.

Un punto di vista esclusivo che il rapper non concederà più ad alcun giornalista negli anni a venire. Sullo sfondo uno spaccato della società americana e dell’Hip-Hop dei ’90, l’evoluzione di un artista e il background socio familiare così importante nella sua biografia. Dal primo album “Infinite” del 1996 alle accuse di omofobia, dalla Eminem mania con il film “8 Mile” fino al definitivo successo internazionale.

Anthony Bozza è uno scrittore e giornalista nativo di New York City; penna storica di Rolling Stone USA e altre riviste, è autore di bestseller su Eminem, AC/DC e Artie Lange nonché delle autobiografie di Slash, INXS e Tommy Lee.