A Prato “Benvenuta Primavera”, grazie agli abiti della stilista Eleonora Lastrucci

0
808

Sarà anche vero che una rondine non fa primavera, tuttavia ieri sera presso il “Beste Hub” di Prato, nella splendida serata di beneficenza dedicata alla stilista pratese Eleonora Lastrucci svolta sotto l’egida dell’ “Associazione Toscana Tumori” ed il “Lions Club Prato Castello dell’Imperatore” che tanto si presta per i ‘Service’ d’aiuto alla persona nonché per il sociale e la cultura in tutte le sue sfaccettature. La primavera in boccio era data anche da svolazzanti rondinelle e gentili fiorellini a forma di spille, passate per capelli, indossate dalle ‘mille’ ed elegantissime modelle che hanno sfilato nella struttura moderna: bianca con corridoi soprastanti ed ampie scale che permettevano l’uscita delle raffinate modelle, con i favolosi abiti da cerimonia ‘firmati’ Eleonora Lastrucci.

Al suono di buona musica e squisita cena durante il défilé in un tripudio di colori che tanto accarezzavano l’ambiente squisitamente ‘white’, le fanciulle dal passo sinuoso e felpato, mostravano abiti in oro, ed ancora rosso passione, qualcosa di fantasioso che ben accarezzava le figure, lo stupendo panna da raffinati intrecci, assieme alla magia del nero con seducente pizzo che spesso ‘librava’ nell’aria grazie al giocoso “battito d’ali di modella” rendendola simile ad una farfalla.

E quindi applausi a scrosci per la fashion designer Eleonora Lastrucci, assolutamente inimitabile nella sua ‘zampata’ a firmamento della sua maison.

La presenza musicale di Yana C vestita da Lastrucci con abiti seducenti, ha reso ancora più magica la serata.

Decisamente un bel momento con tanti sorrisi sulle labbra degli ospiti, durante la degustazione della magnifica torta, così bella, peccato inciderla, con su impresso  “Benvenuta Primavera”, mentre le persone ritiravano gratuitamente le copie della magnifica rivista ‘Excellence Luxury’ di cui spesso Eleonora Lastrucci ne è protagonista.

Doveroso ringraziare inoltre la generosità dei partecipanti, grazie al devoluto di oltre 10.000 euro, interamente consegnato all’Att nel proseguimento del loro nobile operato.