Basket: esordio negativo per il Green, al PalaMangano passa Agrigento

0
197

Un buon Green Basket resiste nel punteggio fino all’intervallo ma crolla alla distanza e lascia strada alla Moncada Energy Group Agrigento. Gli ospiti espugnano il PalaMangano per 72-98 grazie uno strappo decisivo nel terzo periodo, con i palermitani che hanno limitato un passivo che sarebbe stato troppo pesante.

Pronti via e Chiarastella apre subito le ostilità, seguito da Rotondo. I padroni di casa non trovano strada facile in attacco e incassano il canestro+libero aggiuntivo di Veronesi per lo 0-7 dopo 3’. Serve la precisione di Guerra dall’arco per sbloccare il tabellino Green, che dopo diversi tentativi si schioda finalmente dallo zero. I palermitani reagiscono e con un’azione ben manovrata di pazienza accorciano sul -2 con l’appoggio comodo di Caronna. Gli ospiti ritrovano punti dalla lunetta con Rotondo e Saccaggi in penetrazione, e ancora Rotondo dalla media firma il +8 Agrigento che costringe coach Mazzetti al primo time-out di serata. Guerra accorcia con Guerra, poi Grande commette antisportivo in contropiede su Bedetti, che trasforma solo uno dei liberi per il -5. Il vantaggio viene però ottimamente convertito da capitan Lombardo, che infila una splendida tripla seguita dall’inserimento di Gentili che vale il 13-13. Nel finale di quarto a spezzare l’equilibrio è la lunetta, che Agrigento sfrutta meglio per il 14-16 dopo 10’ di gioco.

Ancora Chiarastella replica quanto fatto ad inizio partita e apre anche il secondo periodo, seguito a ruota ancora da Rotondo. Bedetti sblocca il parziale Green con un’ottima uscita da rimessa offensiva, che Gentili conferma nell’azione successiva. Saccaggi spezza l’equilibrio la tripla del +7 biancoazzurro, ma Agrigento commette parecchi falli che mandano gli ospiti in bonus squadra dopo 4’. Boffelli punisce subito con la tripla del -4, ma un contropiede malamente incassato in transizione manda su tutte le furie coach Mazzetti che chiama l’immediato time-out. Cuffaro dalla lunetta riporta Agrigento sul +8, Caronna si fa trovare pronto e concretizza la reazione Green per il -5. Gli ospiti trovano la prima doppia cifra di vantaggio sfrutta alcune incertezze offensive di Palermo, che però non molla con una bella veronica di Caridi. I biancoazzurri sfruttano la fisicità sotto il ferro di Rotondo per il nuovo +10 con cui le due formazioni vanno all’intervallo.

Rientro sul parquet con il solito Rotondo a fare la voce grossa sotto canestro, seguito dalle penetrazioni vincenti di Saccaggi e Grande. Serve una seconda palla riconquistata e trasformata da Guerra per sbloccare il secondo parziale del Green, che incassa però le triple di Ragagnin, Saccaggi e Veronesi che portano Agrigento sul +21. Lombardo alza la testa con la sua firma dall’arco, ma un’altra bomba di Saccaggi costringe coach Mazzetti al time-out. I palermitani provano a restare aggrappati al match con le unghie, ma sprecano parecchio in fase offensiva, riuscendo raramente ad arginare gli attacchi degli ospiti, che così scappano via sul +25, chiudendo il terzo parziale sul 44-72.

Ultimo periodo di inerzia, con entrambe le formazioni che ampliano le proprie rotazioni, dando spazio ai giovani in panchina. I palermitani provano a ridurre un passivo che inizia a farsi fin troppo pesante con qualche soluzione individuale di capitan Lombardo e, tra gli altri, Drigo e Nicosia. Anche Gentili e Guerra trovano altre belle realizzazioni dall’arco, ma le distanze con gli avversari sono ormai incolmabili. Prossimo appuntamento per il Green Basket è con un’altra corazzata del girone, in trasferta sabato 5 dicembre a Bernareggio, fresca vincitrice della Supercoppa Centenario 2020.

TABELLINO

Green Basket Palermo – Moncada Energy Group Agrigento 72-98 (14-16, 14-22, 16-34, 28-26)
Green Bk Palermo: Guerra 13, Lombardo 12, Bedetti 11, Caronna 9 (4/4, 0/1), Gentili 9, Drigo 7, Boffelli 4, Nicosia 3, Ben Salem 2, Caridi 2, Moltrasio.
Moncada Agrigento: Rotondo 24, Veronesi 20, Saccaggi 17, Ragagnin 10, Grande 7, Peterson 7, Cuffaro 6, Chiarastella 4, Mayer 3, Indelicato, Tartaglia, Costi.

Ufficio stampa Green Basket Palermo