Giornata Mondiale dei Peacekeeper, il 29 maggio si celebrano i “caschi blu” dell’ONU

0
1737

Il 29 maggio si celebra ogni anno la Giornata Mondiale dei Peacekeeper, istituita dall’Assemblea Generale delle nazioni Unite nel 2003. Si è scelto questa data perché è lo stesso giorno in cui, nel 1948, fu inaugurata la prima operazione di Peacekeeping che riguardava un’attività di monitoraggio in Palestina.

Il termine peacekeeping si rivolge a tutte quelle operazioni volte al mantenimento della pace promosse e svolte, prevalentemente, sotto il controllo dell’ ONU. Per le Nazioni Unite, infatti, il peacekeeping è “un modo per aiutare paesi tormentati da conflitti a creare condizioni di pace sostenibile”. La costituzione e la gestione di queste missioni con competenza dell’Unione Europea è stata esoressa chiaramente dal trattato di Amsterdam del 1997. Le attività svolte dai Peacekeeper riguardano sia la protezione dei civili sia la promozione e la protezione dei diritti umani. Si tratta di difendere i più deboli mostrando grande coraggio e spirito di sacrificio.

Le Nazioni Unite decisero di istituire il corpo dei “caschi blu” corpo perché nel mondo uscito da poco dalla Seconda Guerra Mondiale c’era un bisogno evidente di una forza multinazionale di protezione che fosse in grado di rispondere alle nuove minacce e di dialogare con le comunità locali.


Quest’anno il tema della giornata è  Onoriamo i nostri eroi ed ha lo scopo di rendere omaggio a tutti coloro che hanno servito e continuano a servire la causa della pace nel mondo attraverso le missioni dell’ONU. A cominciare dalla prima missione dei “caschi blu” nel 1948 fino ad oggi, sono state circa 3400 le persone (tra militari, agenti delle forze dell’ordine e civili) che hanno perso la vita durante le missioni di pace.

A partire dal 1948 si sono svolte 71 missioni di mantenimento della pace e attualmente sono attive 16 missioni in 4 continenti. Tra queste azioni quella con il maggior impiego di mezzi e personale è quella attiva nella Repubblica Democratica del Congo, conosciuta come MONUSCO.