Rifiuti a Palermo, l’emergenza continua. La zona industriale diventa una “discarica”

0
952
rifiuti zona industriale Palermo 2

“Da un sopralluogo che abbiamo effettuato ieri con il Presidente della Rap Norata, il dirigente del Settore Raccolta Differenziata Fradella e altri tecnici dell’azienda nella zona industriale di Brancaccio,  abbiamo verificato una situazione di inaudita gravità, che rischia di rendere perfino impraticabili le vie Mattei e Ingham, oltre a danneggiare i cittadini che vivono e lavorano in questa zona,  sede di attività produttive e di aziende vitali per il tessuto economico della città”.

Lo dichiarano i consiglieri di “Avanti Insieme”, Valentina Chinnici e Massimo Giaconia, a proposito dell’enorme “discarica” di rifiuti presente nel quartiere Brancaccio.

Sul luogo erano presenti rifiuti non domestici, rifiuti speciali, eternit, sfabbricidi, carcasse di frigoriferi cannibalizzati. E ancora pallet con rifiuti industriali all’interno, pneumatici, carcasse di veicoli e tanto altro. Una situazione intollerabile non solo dal punto di vista igienico-sanitario, ma anche di controllo del territorio.

La Rap sta valutando quindi la possibilità di denunciare alle autorità competenti questa “discarica” abusiva”, sottolineano i consiglieri.

Come gruppo consiliare Avanti Insieme chiederemo la convocazione di un tavolo urgente con il Sindaco, il Vicesindaco, l’Assessore Marino, il Dirigente del settore Ambiente, il Presidente Rap, il Comandante della Polizia Municipale e la dirigente delle Risorse Immobiliari“. Ciò “per trovare soluzioni immediate a una situazione che rischia di far precipitare la zona industriale in emergenza sanitaria”.